Blog

TRNews – Polveri sottili, a Lecce tossicità paragonabile a quella di Roma e Milano. Parola di “Paper”

TRNews – Polveri sottili, a Lecce tossicità paragonabile a quella di Roma e Milano. Parola di “Paper”

LECCE – Sebbene la concentrazione di particolato sia al di sotto dei limiti consentiti dalla Legge, la tossicità delle polveri sottili rilevate a Lecce è paragonabile a quella delle grandi città come Roma e Milano.

Il dato, che fa riflettere, rientra nelle prime conclusioni stilate al margine di un anno di monitoraggi avviati con il progetto “Paper”. Si tratta di uno studio, ancora in corso, per chiarire la relazione tra inquinamento e salute e sviluppare, successivamente, dei sensori innovativi in grado di valutare i rischi per le persone in base al contesto.

Il progetto, cofinanziato dalla Regione Puglia, è condotto da un team di ricercatori delle Università del Salento e di Bari e del Cnr, in collaborazione con alcune aziende del territorio.

Le zone oggetto di monitoraggio su Lecce città sono in tutto due. si tratta dell’area, più periferica, che circonda il campus “Ecotekne” e di quella tutt’intorno al “Codacci-Pisanelli”. La terza zona che il progetto intende attenzionare è ad Aradeo, Comune considerato ad alto rischio per incidenza tumorale.

Le analisi chimiche e tossicologiche delle polveri sottili, condotte finora nel capoluogo, hanno inoltre evidenziato come la concentrazione di particolato a Lecce centro, rispetto a quella rilevata in periferia, sia superiore di soli 10 punti percentuali. Anche questo, secondo gli studiosi che conducono i monitoraggi, deve essere un punto di partenza per aprire una riflessione profonda sulla qualità e la quantità delle analisi da condurre per comprendere fino in fondo il nesso tra inquinamento e salute.

Una riflessione, questa, avviata già in mattinata nella sede del Rettorato, alla luce dei primi risultati portati alla luce dal progetto.

Fonte: Articolo di TrNews